FAQ corso pratico

Dove si svolge il corso

Il corso si svolge in dodici città d’Italia contemporaneamente e con il medesimo programma:

  • Bologna
  • Brescia
  • Firenze
  • Lucca-Viareggio
  • Milano
  • Parma
  • Padova
  • Roma
  • Treviso
  • Verona

Apertura nuove sedi: Bolzano, Reggio Emilia, Trento e Trieste

Ciò consente agli iscritti, che per qualunque motivo debbano spostarsi dalla loro abituale sede del corso, di poter frequentare (previa comunicazione obbligatoria entro il martedì precedente) una o più lezioni in altra sede, evitando così di perdere incontri e seguendo lo stesso programma.

 

Argomenti delle esercitazioni

Le simulazioni vengono effettuate presentando un caso sulla base del quale viene chiesta la redazione di un parere o di un atto giudiziario.

Le tracce vengono predisposte prendendo spunto da recenti casi di giurisprudenza che, il più delle volte, si sono posti all’attenzione degli interpreti perché alimentano un contrasto giurisprudenziale ovvero perché comunque costituiscono importanti affermazioni di peculiari principi di diritto.

Trattasi, in realtà, dei medesimi criteri che vengono abitualmente seguiti nella scelta dei casi da sottoporre all’esame e non è quindi infrequente che si affronti durante il corso una questione che poi viene presentata anche all’esame.

Per non agevolare troppo il lavoro dei corsisti, non viene comunque preventivamente segnalato l’argomento sul quale verteranno le singole esercitazioni, se non, ovviamente, il tipo di elaborato che dovrà essere redatto (parere di diritto civile, parere di diritto penale o atto giudiziario).

Livello di preparazione necessario

Il corso è destinato a preparare i praticanti che sono in procinto di terminare il secondo anno di pratica, in vista dell’esame scritto che si tiene intorno alla metà di dicembre.

In questa prospettiva, il corso è strutturato in modo da condurre i candidati, attraverso un intensivo lavoro di esercitazioni pratiche nei mesi antecedenti l’esame, alla migliore preparazione possibile.

È evidente, quindi, che le finalità del corso non consentono di svolgere lezioni teoriche di diritto di carattere istituzionale destinate al ripasso delle materie sulle quali vertono le prove scritte.

Chi si accinge a frequentare il corso dovrebbe, pertanto, avere già effettuato questa attività di studio, concentrandola soprattutto sugli aspetti istituzionali che più servono per affrontare i quesiti di esame e dando quindi particolare rilievo ai fondamenti dei principali istituti del diritto privato, a quelli della parte generale del diritto penale ed alle regole fondamentali dei tipi di atto giudiziario (nelle diverse materie per viste) dei quali maggiormente viene richiesta la redazione in sede di esame.

Con questo (peraltro abbastanza essenziale) bagaglio di preparazione teorica è quindi possibile affrontare utilmente le esercitazioni pratiche oggetto del corso, con le quali si avrà poi modo di approfondire i singoli temi che costituiscono oggetto del quesito, senza doversi “preoccupare” di indagare gli aspetti istituzionali che si danno già per acquisiti.

Recupero delle prove non svolte

Il corso è finalizzato ad una preparazione intensiva in vista dell’esame ed organizzato in modo da sottoporre i frequentanti a prove progressivamente sempre più impegnative. In quest’ottica si consiglia di frequentare il maggior numero di incontri possibile, proprio per evitare di “restare indietro” in questo percorso formativo.

Nel corso degli anni si è constatato, poi, che i compiti svolti al di fuori dell’aula non si traducono in una esercitazione efficace perché redatti con l’ausilio di strumenti non consentiti in sede di esame o in tempi eccessivamente lunghi rispetto a quelli in realtà a disposizione e soprattutto senza le possibilità di confronti con gli altri colleghi, come succede invece in aula.

Per questi motivi, non viene consentito di terminare gli elaborati al di fuori dell’orario della lezione (la puntualità è quindi essenziale!) e non vengono corretti compiti che non siano redatti in aula. Il frequentante che non possa presenziare ad un incontro avrà comunque la possibilità di ricevere il relativo quesito su cui esercitarsi autonomamente, se lo ritiene. In ogni caso, non vengono rimborsate eventuali lezioni perse.

Docenti del corso

I corsi vengono tenuti da avvocati, molti dei quali hanno avuto ed hanno tuttora anche esperienze accademiche, che da anni si occupano di formazione per la preparazione all’esame di abilitazione e che hanno in passato frequentato il corso della Ius&Law apprendendo e sperimentando essi stessi con successo il metodo compositivo.

Proprio per questo, tutti i docenti sono particolarmente sensibili alle difficoltà che si incontrano nell’apprendimento ed applicazione del metodo compositivo e assistono i frequentanti con particolare competenza in tutte le fasi del corso, aiutandoli nel percorso formativo.

L’ambiente è particolarmente informale e garantisce la disponibilità dei docenti a supportare il lavoro dei frequentanti in un’ottica complessivamente collaborativa.

Correzione degli elaborati

Al termine di ogni prova, si tiene una sessione orale durante la quale in aula si discute collegialmente del compito appena svolto, sotto la guida del docente che procede, anche mediante l’analisi della giurisprudenza a cui è ispirata la traccia, all’illustrazione dei fondamenti del quesito che costituiscono poi la base della correzione dell’elaborato.

Nel corso della settimana ogni elaborato viene poi singolarmente corretto da un docente, con attenzione sia all’applicazione del metodo compositivo, sia (ovviamente) alla forma ed al contenuto dello scritto.

Ad ogni compito vengono quindi fatte osservazioni e correzioni sia nel corpo del testo, sia in calce ad esso.

La riconsegna degli elaborati avviene il venerdì successivo alla loro redazione ed in quell’occasione il frequentante ha modo di chiedere eventuali chiarimenti sulla correzione al docente che ha valutato il suo compito, sempre presente in aula.

Materiale didattico fornito

Ai frequentanti viene innanzitutto fornito un testo (a loro esclusivo uso e non disponibile in commercio) che illustra dettagliatamente il metodo compositivo oggetto di spiegazione nella prima lezione e successivamente applicato durante tutti gli incontri del corso.

In aggiunta verrà fornito un codice di diritto civile e di diritto penale con il solo articolato edito da CELT.

Viene fornito, inoltre, un formulario essenziale degli atti sia in materia di diritto civile sia penale sia amministrativo curato sempre dal corpo docente di Ius&Law, in una edizione pubblicata sempre da CELT Casa Editrice La Tribuna.

Al termine di ogni incontro, è poi messa a disposizione nell'area intranet la sentenza sulla base della quale è stato elaborato il caso oggetto del quesito nonchè il live di sviluppo in aula del lavoro. Chi non potesse frequentare la prima lezione (che è tuttavia fondamentale perché viene illustrato il metodo compositivo del quale poi viene richiesta l’applicazione), ovvero si iscrivesse a corso iniziato ha comunque la possibilità di ritirare il proprio materiale nel primo incontro di partecipazione al corso.

Iscrizione ai corsi

Le iscrizioni possono essere fatte unicamente tramite la Ius&Law uitilizzando una delle seguenti modalità:

  • compilare l’apposito form on-line di preiscrizione presente sul sito;
  • scaricare dal sito il PDF del modulo di preiscrizione, compilarlo in ogni sua parte ed inviarlo via fax al numero 0521-4000044;
  • reperire il modulo preiscrizioni, a partire dal mese di maggio, presso alcune delle principali librerie giuridiche delle città dove si svolge il corso, oppure durante gli incontri di presentazione dei corsi.

Al ricevimento della preiscrizione, la Ius&Law provvede, previa verifica della disponibilità di posti per la sede richiesta, ad inviare un modulo da ritornare firmato, unitamente a copia del versamento della caparra, per il perfezionamento dell’iscrizione.

La risposta alle comunicazioni fax arriveranno non prima di 24 ore dal ricevimento dei fax stessi, sia che si tratti di richieste di iscrizione, sia si tratti di invii di bonifici a conferma del pagamento avvenuto; si prega pertanto di non telefonare prima di 24 ore dall’invio del fax per chiedere la conferma della ricezione.

Nella preiscrizione dovranno anche essere tassativamente indicati i dati per l’intestazione della fattura che verrà emessa da parte di Ius&Law al momento del saldo dell’intero prezzo del corso, dati che (per ovvie ragioni organizzative) non potranno successivamente essere modificati.

Numero chiuso

Non viene stabilito a priori un "numero chiuso" per le sedi in cui si svolge il corso pratico e questo per garantire il proprio servizio al maggior numero di richiedenti.

In quest’ottica si cerca di organizzare per ogni sede una struttura ed un corpo docente appropriato al numero dei possibili iscritti (sulla scorta di un’esperienza ormai decennale), in modo da consentire sempre un adeguato rapporto tra corsista e docente

Ciò considerato, le iscrizioni vengono accettate fino a quando il numero complessivo dei frequentanti, rapportato alla struttura in cui si tiene il corso ed al numero dei docenti che possono essere impiegati in quella sede, garantisce la possibilità di svolgere un servizio adeguato ed efficace. Tali fattori variano da sede a sede.

L’unico criterio di preferenza è comunque quello dell’ordine di iscrizione e pertanto chi è veramente interessato al corso e non intende correre il rischio di rimanere escluso è opportuno che presenti la propria domanda con anticipo rispetto ai giorni previsti per la chiusura delle iscrizioni.

Come effettuare il pagamento

Il pagamento avviene a mezzo bonifico (o carta di credito) da effettuarsi in due rate:

  • la prima, a titolo di caparra confirmatoria, all’atto dell’iscrizione ed è propedeutica al perfezionamento della stessa;
  • la seconda rata deve invece essere corrisposta entro il 12 del mese di ottobre (e quindi dopo circa un mese dall’inizio del corso).

La fattura viene emessa all’atto del pagamento del saldo del prezzo del corso e sulla base dei dati riportati nel modulo di preiscrizione, senza possibilità di alcuna variazione.

Agevolazioni o convenzioni per trasfertisti

L’elevato numero di sedi in Italia e le molteplici (e sempre differenti) esigenze dei frequentanti che devono raggiungere una delle città in cui si svolge il corso non consentono la pianificazione di particolari agevolazioni in favore di tali corsisti, né di stipulare vantaggiose convenzioni con hotels od altre strutture.

Coloro che devono effettuare una trasferta per frequentare il corso devono quindi organizzarsi autonomamente.

Numero verde Ius&Law: 800977976

©2017 ius&Law
P.IVA 02113460345
Sede legale e Sede amministrativa: Via Pesenti 2/a - 43126 PARMA
R.E.A. 211837 • Reg. Imp. 8886/2000 • Capitale sociale Euro 10.500 i.v.

Contatti

Indirizzo:
Telefono:
Fax:
Email:

Via A.M Pesenti 2/A - 43126 Parma
+39 0521 508542
+39 0521 4000044
info@ius-law.com